Pienza, Firenze e Ferrara, classi terze

Un percorso, quello della visita d’istruzione delle terze, perfettamente aderente alla
proposta culturale e didattica dell’anno, attraverso cui si documenta e si mette a
fuoco il passaggio dal Medioevo al Rinascimento. Così scoprire che a Ferrara come
a Firenze torna la stessa concezione di uomo e di lavoro (es. Formelle del Duomo
di Ferrara e del campanile di Giotto) favorisce la consapevolezza della concezione
unitaria che investe un periodo culturale come il Medioevo. E d’altro canto si capisce
il diffondersi della cultura delle corti rinascimentale visibile anch’essa presso gli
Estensi a Ferrara come presso i Medici a Firenze.

– È risultato interessante, oltre che gustoso, il percorso gastronomico, a cui un buon
numero di ragazzi ha partecipato. La commissione preposta è riuscita a concordare
menù a prezzi abbordabili, garantendo la degustazione di piatti tipici: cappellacci
di zucca a Ferrara, pici cacio e pepe a Pienza, bistecca fiorentina a Firenze. Anche
questo è cultura: imparare a capire le risorse del territorio, imparare la differenza tra il
bicchiere per l’acqua e quello del vino, stare insieme intorno a una tavola e parlarsi in
un ambiente più raccolto di una sala del Mc Donalds, dove, per altro, non è detto che
si spenda meno…