2008 Barabba

“Barabba è la storia di un uomo toccato dalla Croce, eppure è soprattutto la vicenda di uno Sconosciuto che mendica il cuore di un assassino, ladro e traditore, che mendica il mio cuore: è il Crocefisso che grida per tutto lo spettacolo il suo struggimento per noi. Immagino che fossero così i misteri medioevali, sacre rappresentazioni guardando le quali uno potesse dire nuovamente “Tu”.”

Barabba 2008_La Traccia

 

“Mi si è impressa una parola che non riesco più a togliermi: vero, verità. Non abbiamo paura della verità, della verità delle cose reali, perché sono la strada perché la Verità che attendiamo si sveli.”

Barabba 2008_La Traccia

Giovedì 13 e venerdì 14 marzo presso il Teatro Carisma di Gorlago la Compagnia Teatrale replica “Barabba” in due serate; prevendita biglietti presso la segreteria della scuola al costo di 8 €.

Siamo lieti di comunicare che Barabba sarà proposto come evento di introduzione al mistero pasquale nelle comunità parrocchiali di Romano di Lombardia – venerdì 7 marzo, ore 20.45, chiesa parrocchiale di S. Maria Assunta – e di Zanica – lunedì 17 marzo, ore 20.30, Teatro Nuovo -.

25 gennaio, Teatro Nuovo Trescore: la prima di “Barabba”

Parole e immagini per contemplare il silenzio di una ferita

 

“Non avevo pensato che, a teatro, ci si possa andare per sentirsi guardati.”

Barabba 2008_La Traccia

” Grazie perché ogni anno il vostro spettacolo è un avvenimento nel senso che contiene le categorie dello stupore, dell’imprevedibilità, della gratitudine e della commozione per qualcosa che, fatto da voi, vi supera da tutte le parti”

Barabba 2008_La Traccia

“E’ possibile rimanere uguali a prima, dopo aver interpretato un’opera così?”

Barabba 2008_La Traccia

“E’ stato uno di quei rari fatti che mi riempiono di silenzio per cui sono andato via di corsa senza quasi salutare, non volendo sciupare subito con fiumi di parole l’avvenimento accaduto.”

Barabba 2008_La Traccia

 

“A Trescore, quella sera, c’erano esseri umani che stavano cercando di capire cosa diavolo custodisce il mistero di questo mondo. Io credo che epicentro del teatro non sia ciò che avviene sul palco e nemmeno ciò che avviene in sala ma ciò che avviene “tra”. Tra il testo e l’interpretazione, tra chi parla e chi ascolta, tra l’assemblea e l’evento che l’ha generata. Si é capito subito che tra voi é successo qualcosa di importante: tra il testo e voi, tra il regista e il testo, tra voi e il regista, tra voi e gli amici con la telecamera, tra voi e voi, nell’anima di ciascuno. Qualcuno si é posto frammezzo. Gli avete fatto spazio, vi siete lasciati coinvolgere. Non é qualcuno che si impone. É piuttosto qualcuno che si pone. Dire che si pro-pone sarebbe troppo poco. Preferisco dire che si pone, che sta, che c’é, che abita dentro. Che abita lì in modo tale che puoi anche evitarlo se vuoi. Puoi avvicinarlo per gradi se preferisci. Qualcuno lo chiama Dio. Potete chiamarlo anche in un altro modo se vi garba. Ma é certo che sta lì, dentro e di fronte. Ha la rudezza che attraversa il testo, l’inarrivabilità della sua poesia, il mistero che incanta, il vertice artistico che emana, l’imponderabile che scatena: ha tutto questo poiché di tutto questo é la fonte. Chiamatelo come vi pare ma é prima di ogni cosa, é molto vicino a ciascuno e ciascuno ne può fare esperienza. Non si dimostra, si mostra.”

Progetto 2007-2008: la Compagnia riparte da un nuovo capolavoro letterario

Da lunedì 1 ottobre la Compagnia teatrale LA TRACCIA riprende le prove settimanali con l’obbiettivo di mettere in scena fra qualche mese “BARABBA”, capolavoro del premio Nobel svedese Par Lagerkvist; il romanzo del 1950, trasformato dall’autore stesso in stesura scenica in due atti nel 1953, racconta la vicenda dell’uomo che, incarcerato e condannato a morte per sedizione e omicidio, per primo nella storia fu salvato dalla morte in croce di Cristo.

Pronti al debutto

Venerdì 25 gennaio alle 20.30 presso il Teatro NUOVO di Trescore (BG), la Compagnia Teatrale dei liceali della Traccia proporrà la prima di “Barabba”.