Napoli, Pompei e Paestum, classi prime

La gita delle classi prime si propone un incontro con una storia culturale ricchissima, quella del golfo di Napoli. Facendo leva sul percorso culturale del primo anno, l’itinerario si apre con la visita agli scavi archeologi di Paestum e Pompei. Ma non ci si ferma al mondo antico, visitando anche, nella prima tappa del lungo viaggio in pullman, il borgo medievale di Civita di Bagnoregio, un posto affascinante per le sue caratteristiche geografiche e storiche. Si tratta di un pittoresco borgo abbarbicato su un calanco laziale, oramai abitato da non più di una decina di persone. Altra meta suggestiva è la Badia di Cava dei Tirreni, un monastero benedettino tra i più importanti d’Italia, completamente scavato dentro la roccia di una collina.

A Napoli, oltre ad una sosta al Museo di Capodimonte per ammirare una delle opere più importanti di Caravaggio (la “Flagellazione”), e di Masaccio (la “Crocifissione” del Polittico di Pisa), la visita prevede l’incontro con la realtà del Rione Sanità, uno dei quartieri più poveri della città. Grazie a rapporti divenuti stabili nel tempo, la gita permette ai ragazzi di incontrare alcuni napoletani che vivono in questo quartiere, che raccontano la bellezza e la drammaticità della loro vita. Esperienza molto importante di apertura e di respiro, il dialogo con queste persone è decisivo per comprendere le contraddizioni di questa città.