Scuola primaria

02

Presentazione

Primaria la traccia

La scuola primaria, all’interno della grande famiglia "La Traccia" che conta ormai una storia trentennale, nasce nel 1998, ospite della Parrocchia di Cenate Sopra con un’unica classe prima di pochissimi alunni. Ora le classi sono 10 con due sezioni per ogni anno e i bambini sono circa 270.
Oggetto dell’insegnamento non sono le discipline ma la realtà, che è una: da ciò deriva l’unitarietà del sapere elementare che si svolge in un primo lavoro sistematico di conoscenza e di apprendimento. Imparare è accorgersi di ciò che esiste e che accade in sé e attorno a sé, è riconoscere che la realtà possiede ordine, bellezza, verità e possibilità. E in questo incontro diretto con l’unità delle cose è coinvolta tutta la persona del bambino.

Tale processo educativo avviene seguendo dei maestri, adulti appassionati al reale e desiderosi di prendere per mano i bambini in un percorso di stupore e di conoscenza possibile ogni giorno, rendendo la scuola un’avventura piena di bellezza e di significato. Per questo scopo tutti gli insegnanti sono insieme in un costante dialogo di approfondimento e di verifica del percorso culturale, si aiutano a diventare sempre più certi dell’esperienza che vivono per proporsi come paragone significativo agli studenti e come reale sostegno alle famiglie.

 

Il Centro scolastico La Traccia conta anche quattro sezioni di scuola Secondaria di primo grado, un corso di Liceo Scientifico, uno di Liceo Linguistico e uno di Liceo Artistico a indirizzo Architettura e ambiente.

03

Fotogallery/ videogallery

01

Scuola in diretta


10Mag

Il Coro CantoAlto in concerto a Seriate

Venerdì 12 maggio alle 21 il nostro Coro CantoAlto sarà in concerto a Seriate, presso […]






Continua a leggere
10Mar

Al via il corso di Roller della Primaria!

La primavera sta arrivando: eccoci pronti per il nuovo corso di roller! Il corso è […]






Continua a leggere

Cosa ci aspetta fuori casa? Terzo e ultimo appuntamento Corso Genitori 2017

E all’improvviso, Pinocchio scappa di casa. Inizia così un viaggio straordinario che porterà il burattino […]






Continua a leggere

Mi son bruciato i piedi. Da dove riparto? Secondo appuntamento Corso Genitori 2017

Sappiamo tutti che, prima o poi, si sbaglia. E questo in educazione è un aspetto […]






Continua a leggere

Imparare la matematica giocando

Il percorso didattico delle classi prime prevede un approccio ludico ai concetti matematici di base: […]






Continua a leggere
Scrolla la pagina per caricare altre news

04

Offerta formativa

SCUOLA DEL MATTINO

L’attività curricolare si svolge in sei mattine, dal lunedì al sabato compreso, dalle ore 8.10 alle ore 12.55. Tale articolazione:

  • dà  modo al bambino di non essere affaticato da un orario giornaliero troppo pesante e perciò di essere più disponibile a gustare e ad attivarsi nella proposta didattica di ogni giorno;
  • custodisce nella giornata del bambino uno spazio adeguato al lavoro personale e al tempo libero in famiglia e negli altri contesti di vita cui appartiene.

 

SERVIZI POMERIDIANI

 

Per le famiglie che necessitano di lasciare il figlio a scuola anche nelle ore pomeridiane, la scuola offre il servizio del centro diurno “La casa sull’albero”: gli alunni sono affidati a personale educativo dedicato che se ne prende cura, favorendo la condivisione tra alunni di classi diverse e l’autonomia nella gestione dei compiti.

Tale servizio è compatibile con i corsi musicali, sportivi e di danza proposti a scuola nel pomeriggio e permette di scegliere giorno per giorno la durata della permanenza a scuola: i bambini infatti possono rimanere solo per il pranzo fino alle 14, per il tempo dei compiti e della merenda fino alle 17 o fino al termine del servizio alle ore 18.

 

I MAESTRI

 

Ogni classe ha un maestro prevalente per 23 unità orarie su 30 settimanali. La sua funzione è di essere punto di riferimento costante a livello relazionale ed affettivo, fattore fondante e sintetico dell’approccio al sapere, segno e strumento di unità della classe e del lavoro che in essa si svolge.

Si affiancano al maestro di classe i maestri specialisti di inglese, musica e motoria: competenti in un ambito disciplinare più specifico, contribuiscono ad aiutare il bambino a crescere in tutte le dimensioni della personalità attraverso l’apporto di linguaggi diversi.

primaria la traccia

IL RUOLO DELLA FAMIGLIA

 

La Traccia è nata grazie a una cooperativa di genitori desiderosi di un’educazione più piena per i loro figli e, quindi, per tutti. Questa caratteristica originaria dà forma alla vita della scuola che intende sostenere il compito educativo di tutti gli adulti coinvolti nel processo formativo.

Per questa ragione l’anno scolastico è segnato da numerosi momenti di incontro con le famiglie: occasioni di festa (inizio anno, Castagnata, Natale, La Traccia in festa…) e di lavoro (assemblee, colloqui periodici con gli insegnanti, corso genitori…).

 

ISCRIZIONI

 

Le iscrizioni alla classe prima sono aperte dal giorno 1 febbraio dell'anno solare precedente all'inizio del percorso scolastico, cioè dal mese di febbraio in cui il figlio frequenta il penultimo anno di scuola dell’infanzia.

Il coordinatore didattico è a disposizione delle famiglie che vogliono chiedere informazioni e conoscere l'offerta formativa della scuola in qualunque periodo dell’anno scolastico. È sufficiente chiedere un appuntamento telefonando in segreteria.

primaria la traccia





05

Docenti

Per motivi organizzativi e per evitare inutili attese, i genitori devono prenotare il colloquio col docente desiderato fissando l’APPUNTAMENTO tramite il figlio.

Anna Amisano

I,II,III,IV,V, Supporto
Ricevimento:

Cinzia Andreotti

Classi IIB, III, IV, V, Lingua inglese
Ricevimento: Mercoledì, 09.05-10.00

Federica Bartolomeo

4A, Insegnante Tutor
Ricevimento: Riceve su appuntamento

Jane Bolton

Classi I, Madrelingua inglese
Ricevimento: Venerdì, 10.00-10.55

Emanuela Brigati

1A, Insegnante Tutor
Ricevimento: Venerdì, 10.00-10.55

Silvia Caramenti

Classi I,II,III,IV,V Educazione motoria
Ricevimento: Sabato, 11.10-12.05

Sandra Cogliandolo

2B, Insegnante Tutor
Ricevimento: Riceve su appuntamento

Fernanda Colombi

1B 2B 3B 4B 5B, Educazione Musicale
Ricevimento: Mercoledì, 12.05-12.55

Valeria Ferri

I, II, III, IV, V. Insegnate di religione
Ricevimento: Giovedì, 8.15-09.05

Ilaria Longobardi

3A, Insegnante Tutor
Ricevimento: Riceve su appuntamento

Candida Magoni

2A, Insegnante Tutor
Ricevimento: Sabato, 11.10-12.05

Viviana Magoni

5B, Insegnante Tutor
Ricevimento: Riceve su appuntamento

Deborah Manzoni

4B, Insegnante Tutor
Ricevimento: Mercoledì, 11.10-12.05

Flavio Ranica

1A 2A 3A 4A 5A, Educazione musicale
Ricevimento: Mercoledì, 11.10-12.05. Sabato 09.05-10.00

Roberto Rossi

Coordinatore Didattico
Ricevimento: Il Coordinatore Didattico riceve su appuntamento

Barbara Rubbi

2A, Lingua inglese
Ricevimento: Giovedì, 11.10-12.05

Barbara Scolari

1B, Insegnante Tutor
Ricevimento: Riceve su appuntamento

Lorenza Tisi

3B, Insegnante Tutor
Ricevimento: Riceve su appuntamento

Cristina Trapletti

5A, Insegnante Tutor
Ricevimento: Riceve su appuntamento
06

Attività didattiche

Per mari, per monti, per colli e per laghi

Una gita di due giorni a contatto diretto con la bellezza di grandi ambienti naturali, in cui sperimentarsi in laboratori didattici e vivere una straordinaria occasione di convivenza e amicizia con i compagni e i docenti.

Ora LAB Ora

Un’ora settimanale in cui si formano gruppi con alunni di classi diverse per svolgere attività creative e manuali che spaziano dal disegno al cucito, dalla cucina all’orto, dal riciclaggio al giornalismo.

CantoAlto - il coro

Attività di canto corale svolta il mattino nell’ora dei laboratori che si offre come occasione concreta per sperimentare la bellezza e l’unità; raccoglie ogni anno oltre 40 studenti delle diverse classi.

Sport

Nelle ore curricolari del mattino si inseriscono i progetti di psicomotricità in prima e seconda, di nuoto in terza, di ciclismo in quarta e di flag rugby in quinta.

Teatro

Progetto che vede la sinergia dei maestri con un esperto teatrale che guida le classi in un corposo laboratorio teatrale di un’ora settimanale per l’intero secondo quadrimestre.

Madrelingua inglese

In prima (2 ore settimanali) introduce alla comunicazione orale in lingua e all’incontro con il mondo e la cultura inglese; in quinta (1 ora settimanale in aggiunta alle curricolari) offre un potenziamento orale delle strutture grammaticali e del lessico appresi.

07

Attività pomeridiane

CENTRO DIURNO

ll centro diurno è un servizio che “La Traccia” offre alle famiglie che per vari motivi necessitano di lasciare a scuola il bambino oltre il normale orario di lezione. Di primaria importanza perciò è il Benessere del bambino,che non deve percepire negativamente questa situazione, ma, trovando un ambiente che lo accolga,aver modo di vivere un’esperienza positiva. Pertanto ogni attività svolta tiene presente le diverse variabili emotive, socio-affettive ed educative che vi confluiscono. E’ un’ esperienza significativa in cui si sperimenta la condivisione di ogni momento facendone tesoro per la propria crescita. Il Centro Diurno propone le sue attività in spazi riservati ai bambini che si fermano nel pomeriggio, in un ambiente accogliente e sereno dove l’incontro tra bambini di diverse classi diventa possibilità di confronto e di amicizie. Punto di forza del Centro Diurno è anche lo scambio continuo di informazioni tra gli Insegnanti della scuola primaria e le Educatrici, collaborando per un obiettivo comune. “La casa sull’albero” oltre a prevedere lo spazio per “fare i compiti…” fa di ogni momento, anche il più semplice, un’ occasione significativa per se stessi e gli altri. Il pomeriggio è caratterizzato da diversi spazi e attività.
08

Uscite, viaggi, incontri

Occasioni speciali   Durante l'anno scolastico sono numerose le "occasioni speciali", il cui scopo non è quello di divenire un'alternativa alla quotidianità del lavoro. Semmai, attraverso queste iniziative, desideriamo ardentemente rendere più esplicito ed evidente l'orizzonte educativo che permea ogni singolo momento dell'esperienza scolastica.  In qualche modo tutte queste proposte svolgono il ruolo di lenti d'ingrandimento in grado di mettere a fuoco la proposta che ogni giorno viene fatta agli alunni.  Nel tempo molte di esse sono diventate una vera e propria tradizione, riproponendosi ogni anno più o meno nello stesso periodo. Il loro valore si ripresenta ricorsivamente, permettendo con il crescere dell'età una sempre maggiore consapevolezza.   28.02.2013. Grazie Papa Benedetto XVI Giovedì 28 febbraio, all'Angelus, gli Alunni della scuola La traccia ringraziano e salutano il Papa Benedetto XVI con  l'ascolto del GLORIA di Antonio Vivaldi. Per l'occasione, verrà presentato il libretto - AMICO DI GESÙ - il Pontificato di Benedetto XVI: un uomo afferrato da Cristo. Piccola casa editrice, in vendita a scuola.   25.02.2013. Gli amici della Slovacchia in visita
Padre Peter, sr. Zuzana e sr. Petra Margareta, dell'istituto  Gymnázium sv. Cyrila a Metoda v Nitre -in Slovacchia in visita a La traccia, hanno incontrato insegnanti e alunni in un cordiale dialogo per lo scambio della reciproca esperienza educativa.
Nella loro città, Nitra, i santi Cirillo e Metodio portarono il Vangelo che tradussero personalmente nella lingua slava intorno all'862-863.
Scuola dei santi Cirillo e Metodio : http://www.gcm.sk

Don Luca Passi. Verso la Beatificazione.

 Sr Lidia della Comunità Suore Maestre di Santa Dorotea di Calcinate ha raccontato da storia di don Luca Passi che viene beatificato il prossimo 13 aprile in Basilica di san Marco a Venezia.

Don Luca nacque a Bergamo nel 1789 dai nobili conti Passi, ma con ascendenze veneziane da parte della madre, nobile Caterina Corner.
Lasciati gli agi della famiglia paterna, divenne sacerdote nel 1813 e, con il fratello don Marco, di un anno più giovane, si dedicò alla predicazione delle missioni al popolo ed alla diffusione della Pia Opera di Santa Dorotea, quale metodo di educazione cristiana della gioventù che sperimentò a Calcinate (BG) fin dal 1815 e che poi diffuse ovunque, con l'approvazione dei rispettivi Vescovi, nelle parrocchie presso le quali si portava per le missioni, i quaresimali, gli esercizi spirituali predicati anche al popolo. ...
informazioni al sito:

L'arte di fronte al Mistero. L'albero della vita nell'atrio della scuola primaria

Nell’atrio abbiamo realizzato l’albero della Vita fatta del Mistero che ci affascina e ci attrae sempre con la bellezza del mondo.Il Mistero della vita e della realtà tutta non è una cosa che non si capisce ma una cosa che non si finisce mai di capire.E così e per questo, intorno all’albero, inizia ogni giornata di scuola.
19.01.2013. Punti e linee di continuità. incontro con le educatrici della scuola dell'infanzia
Sabato 19 gennaio, si è svolto il tradizionale incontro tra le maestre della scuola primaria La traccia e le maestre delle scuole dell'Infanzia di provenienza degli alunni delle attuali classi prime. Cordiale ed efficace occasione di incontro e di dialogo sul percorso del bambino dalla scuola dell'infanzia alla scuola primaria. Le insegnanti  condividono lo stesso desiderio e sguardo di bene e di positività che l'alunno si attende dalla scuola e che si realizza solo costruendo un'alleanza educativa tra scuola e famiglia, accompagnandosi da adulti ad affrontare con serenità la realtà con quanto e come si presenta.  

25.11.12 La scuola fa il banco

Le classi quinte si preparano a fare i volontari alla Colletta alimentare di sabato 24 novembre con una lezione di formazione per addetto volontario alla Colletta. Il sig. Roberto Pesenti del Banco Alimentare ha tenuto una lezione di storia,geografia scienze per spiegare un grande gesto di Carità quale la Colletta alimentare. - Sabato fai la spesa per chi è povero- .Un papà cineoperatore ha realizzato il video della lezione da regalare al Banco Alimentare.

banco

16.11.12 Incontro con Michela Romagnoli autrice del libro IL SEME.

All'incontro del 16 novembre, Maria Michela Romagnoli, dirigente scolastica a Roma, ha presentato il percorso IRC per la scuola primaria che ha documentato nel libro di testo IL SEME Immedia editrice. Il libro di testo per IRC IL SEME, si caratterizza per l'esposizione dei tratti essenziali del fatto cristiano nella sua integralità. Uno strumento rigoroso, semplice e affascinante, in mano agli alunni e prima ancora all'insegnante che fa conoscere Gesù e la civiltà cristiana ai bambini di tutte le religioni.

seme

9.11.12 Imelde Bronzieri che fa i vestiti per i bambini.

Dopo la grandiosa avventura de iPincoPallino, nel 2011 ha lanciato Mi.Mi.Sol, http://www.mimisol.com/homepage/chi/ , una nuova ed esclusiva linea di abbigliamento per bambini prodotta in Italia e pensata per rispettare le particolari personalità ed esigenze dei suoi piccoli clienti; una realtà di grandissima competenza, che opera su scala globale, è in veloce espansione e possiede una particolare carica di amore e di poesia che la rende davvero unica. Mi.Mi.Sol infatti basa la sua concezione di prodotto su elevati contenuti di design, su livelli di qualità eccellente e un posizionamento alto sui singoli mercati, elementi che sono il frutto dell’esperienza ultratrentennale della sua infaticabile ideatrice: Imelde Bronzieri.

imelde

Mi Mi Sol sono le prime note delle musiche dei carillons, delle ninna nanne, delle filastrocche, delle lullaby, della più amata sonata di J. Brahms opera 49-4. Nella memoria collettiva rimandano a un tempo speciale, evocando fiducia, armonia, incantamento, cancellano fretta, velocità, competizione. La bellezza serena di queste note sono parte di un racconto di grazia e di rispetto per un’estetica legata ai bambini che poco vuole imitare del mondo degli adulti se non la consapevolezza che essere è più importante che apparire.

imelde2

Festa dei nonni

Sul filo della memoria … per dire Grazie. Un lavoro, lungo, come la vita. Nella ricorrenza liturgica dedicata agli Angeli Custodi, la scuola vuole riconoscere, anche a livello istituzionale, l'importanza dell'essere nonni, del rapporto nonni-nipoti. Vogliamo dire un "Grazie" particolare a due figure fondamentali della famiglia e della società intera: il nonno e la nonna, una grande risorsa, la memoria storica e affettiva delle nuove generazioni.

18.10.12 Corso di formazione IRC

E' iniziato giovedì 18 ottobre il Corso di formazione IRC per gli inss. della scuola primaria. A introdurre i lavori don Mario della Giovanna, vicedirettore dell'Ufficio IRC della Curia di Bergamo. Sul tema della Chiesa, sintetizzato nel titolo " Su questa pietra", gli insegnanti con un lavoro seminariale, affrontano il percorso scolastico dell'IRC, in professione di contenuti e obiettivi, dalla classe prima alla quinta elementare, inserendosi nell'orizzonte dell' "Anno della fede".

irc

11.10.12 Incontro con don Vincent Neagle

Giovedì 11 ottobre don Vincent Nagle della Fraternità san Carlo ha incontrato gli alunni delle classi quinte in un ricco e movimentato dialogo. A tema il racconto della sua vita e della vita di ognuno come chiamata del Mistero. La vita è appartenenza a una terra precisa, a una famiglia precisa attraverso cui il Mistero ti fa accorgere della grandezza che sei e a cui sei chiamato. Gesù è il volto del Mistero e ti raggiunge facendoti incontrare persone che ti vogliono bene e che aprono la tua mente e il tuo cuore a stare davanti al Mistero di cui è fatta la vita e nella Chiesa ti abbraccia e ti accompagna.

neagle2 neagle

4.10.12. I bambini della nostra Scuola Primaria inaugurano il tratto Serio-Cherio del "Canale dell'Adda"
serio
È stato inaugurato nella mattinata di giovedì 4 ottobre, nella zona della Cascina Portico San Carlo a Calcinate, il tratto Serio-Cherio del «Canale dell'Adda». Un'opera irrigua progettata e realizzata in sei anni, dal 2006 al 2012, dal Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca grazie al finanziamento di 14 milioni di euro a totale carico del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali nell'ambito del Piano irriguo nazionale. La cerimonia è stata presenziata dall'Assessore regionale, dal presidente del Consorzio Aldo Ghilardi, dal capo della Guardia Forestale alla presenza dei bambini della Scuola Primaria.
Il resto della news su http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/714885/

USCITE DIDATTICHE

Nella nostra scuola primaria, le uscite didattiche, pur nella diversità delle varie proposte a seconda della classe a cui sono riferite, hanno come denominatore comune quello di proporre ai bambini un'esperienza diretta relativa, soprattutto, ai contenuti didattici dell'anno, affinché questi divengano patrimonio degli alunni attraverso l'incontro con quegli aspetti della realtà che essi rappresentano.

All'inizio di ogni anno scolastico, gli insegnanti, stesa la programmazione didattica, evidenziano i nuclei tematici di ogni disciplina e, in base a questi, definiscono quelle che saranno le uscite didattiche.

Solitamente le stesse sono utilizzate come momento conclusivo di un determinato percorso, ma possono anche essere occasione e stimolo per l'introduzione di un nuovo argomento.

Attività

Classi I e II: Nei primi due anni di scuola primaria, le mete solitamente prescelte sono quelle che permettono ai bambini di visitare luoghi in cui sia loro permesso di incontrare, conoscere e sperimentare alcuni aspetti della natura (soprattutto del regno animale) e fenomeni relativi alle trasformazioni (preparazione del pane, del formaggio, del miele...).

Queste esperienze sono poi riprese in classe (quando è possibile riprodotte) così che i bambini possano interiorizzarle.

Classi III, IV, V: In questi tre anni, le uscite didattiche privilegiano i contenuti relativi alle materie di studio (storia, geografia, scienze) e, come precedentemente detto, sono occasione di sintesi, approfondimento, arricchimento e consolidamento di quelli che sono stati gli argomenti affrontati in classe. Questa scelta è dettata dal fatto che si è verificato che, in tal modo, i bambini sono in grado di comprendere meglio le eventuali spiegazioni e/o presentazioni degli esperti, capendone termini specifici e riferimenti. Inoltre è un momento di gratificazione per i bambini, perché è per loro occasione per rendersi conto delle conoscenze acquisite e di metterle a frutto.

SCHILPARIO, UNA GITA INDIMENTICABILE

Venite a  scoprire la nostra gita a Schilpario :conoscerete una valle avventurosa, impervia e misteriosa. Molto presto  siamo arrivati a scuola e l’autista ci ha guidato verso la Valle di Scalve; la strada era molto tortuosa e vi scorreva il fiume Dezzo che è l’ artefice  di questa valle a V.

Così siamo giunti all’hotel Pineta , abbiamo depositato i nostri bagagli e ci siamo incamminati verso il museo etnografico; è stata una scoperta interessante  vedere come gli  uomini lavorano tanti anni fa.

Dopo pranzo ci siamo messi a scarpinare per arrivare alle mirabili cascate del fiume Vò, ma ahimè qualcuno non le ha potute ammirare perché è stato morso dalle vespe.

La sera abbiamo costruito dei colorati cestini di legno poi via tutti a letto.

Il giorno successivo ci siamo trasformati in Scalvini avventurosi al centro Raid dove abbiamo intrapreso una caccia al tesoro scovando animali nel bosco, camminato sul ponte tibetano, arrampicati su di una parete verticale e realizzato un rifugio d’emergenza.

Per finire ci attendeva la discesa in miniera dove fino a qualche anno fa si estraeva la siderite per ricavarvi il ferro. Infine siamo tornati a casa stanchi, ma felici.

Questa gita mi ha reso un po’  più grande perché abbiamo imparato nuove cose e accresciuto le nostre conoscenze.

AUTORI: GLI ALUNNI DELLA CLASSE 3^A

REALIZZAZIONE AL COMPUTER: Beatrice Tallarini

09

Materiale didattico e pubblicazioni

Dispense_La Traccia

Da qualche tempo la nostra scuola produce dispense di storia e di scienze, narrativa e ABC , il libro di Metodo per la Classe prima elementare su cui lavoriamo con gli alunni, e che sono già in uso in numerose scuole. Le dispense sono ad esclusivo uso interno, ma sono a disposizione di chiunque volesse consultarle.

I testi incontrano l’interesse dei ragazzi, e sono una provocazione appassionante per i docenti e per i genitori.

Il lavoro culturale in atto è di rivedere tutti i contenuti disciplinari che insegniamo affinché i nostri alunni possano studiare su testi che presentano la verità e siano piacevoli da leggere.

Vorremmo tanto che a questa bella avventura partecipassimo tutti, conoscendo e utilizzando le dispense scolastiche e intervenendo a migliorarle.

     

Qui di seguito l'elenco delle dispense già in uso: STORIA Collana “Nel tempo”

- L'INIZIO

- LA TERRA D'OMBRA

- UN NUOVO INIZIO

SCIENZE Collana “Stupore”:

- ALLA SCOPERTA DEGLI ANIMALI - gli animali

- SOLO LO STUPORE CONOSCE – il corpo umano

- IL DESIDERIO - astronomia

NARRATIVA Collana : “I libri che ci leggono”

- MAGELLANO

-OMBRA e FIAMMA

- IL SIGNORE DEGLI ANELLI

ABC_libro di testo

Le maestre della scuola Primaria La Traccia hanno pubblicato un nuovo libro di testo per l'apprendimento della lettura e della scrittura. Ciò conferma l'originalità e l'efficacia del metodo educativo proposto dalla scuola. Il testo è stato redatto con la collaborazione dilogopedisti e pedagogisti.

Per acquisti o informazioni rivolgersi direttamente al piano della scuola Primaria, o sul sito www.sestanteedizioni.it       Caro insegnante: perchè un libro per la classe prima elementare? Il lavoro dell’insegnante è fatto di metodo e di contenuto. ABC è un libro adeguato allo scopo che perseguiamo: insegnare a leggere a scrivere correttamente, ascoltando delle belle storie. é uno strumento che consente un corretto apprendimento della letto scrittura, pensato in ogni suo dettaglio: dall’impostazione della singola lettera all’ordine di presentazione, dalla scelta delle parole alla veste grafica. ABC consente a ogni insegnante di impostare un lavoro di qualità con i propri studenti in quanto nato dalla collaborazione figure professionali diverse (logopedisti, pedagogisti e insegnanti). Le lettere vengono presentate rispettando il naturale apprendimento del linguaggio del bambino, sono inserite in parole facilmente riconoscibili dagli alunni grazie ad un’alternanza consonante-vocale o vocale-consonante, proponendo un graduale aumento delle difficoltà. Ottimale sarà l’integrazione delle attività proposte con preziosi giochi metafonologici sia globali (con le sillabe) sia analitici (con i fonemi), che insegnante può proporre ai suoi studenti scegliendo tempi e modalità che riterrà maggiormente efficaci (rimandiamo alla consultazione della ricca bibliografia disponibile). I supporti iconografi ci sono un importante stimolo e rinforzo che, in maniera chiara e immediata, permettono agli studenti di muoversi in un orizzonte di significati che già possiedono.   Grande attenzione è data anche allo sviluppo delle abilità manuali che sottendono la scrittura: il corsivo ha un’intera sezione dedicata all’apprendimento e un focus che delucida la corretta esecuzione di ogni lettera (presentata sia in minuscolo sia in maiuscolo). Il formato grande come un quaderno, la carta porosa permette di scrivere con la matita, cancellare e correggersi. bambini che già possiedono qualche abilità competenza pregressa possono trovare nell’ambiente fantastico delle fiabe sono la cornice della presentazione di ogni lettera) uno stimolo ulteriore; al contempo l’impostazione rigorosa permette chi ha maggiori difficoltà di seguire un percorso di apprendimento (condiviso anche da logopedisti e psicomotricisti) evitando che certe difficoltà iniziali evolvano in cattive pratiche.  

Piccola Casa Editrice

La scuola La Traccia da tempo ormai collabora con la Piccola Casa Editrice.

Un esempio è il libretto per la via Crucis, che ripropone le 14 stazioni della via Crucis per la scuola primaria.